Martedì, 17 Luglio 2018 09:21

12 Soldiers

da Giovedì 19 a Domenica 22 Luglio

inizio spettacoli ore 20:00 - 22:15

Venerdì biglietto 4,50€

Ispirato al libro di Doug Stanton "Horse Soldiers", 12 Soldiers, il film diretto da Nicolai Fuglsig, racconta dei primissimi soldati americani che si fecero strada in Afghanistan a pochi giorni dall'attacco delle Torri Gemelle di New York.

Si tratta di una vicenda poco nota e diffusa solo da qualche tempo.
All'indomani degli attentati dell'11 settembre 2001, infatti, un gruppo di 12 uomini (Michael Shannon, Michael Peña, Trevante Rhodes, Geoff Stults, Thad Luckinbill, Austin Stowell, Ben O'Toole, Austin Hébert, Kenneth Miller, Kenny Sheard e Jack Kesy) paramilitari della CIA e delle forze speciali statunitensi, partono volontariamente per l'Afghanistan.

Si tratta dell'unità speciale Alpha 595, guidata dal Capitano Mitch Nelson (Chris Hemsworth), ed è questa operazione la prima risposta del governo statunitense all'attacco che sconvolse la nazione come mai prima di allora. Mentre l'intero paese è ancora sotto shock, loro sono pronti a tutto e con coraggio affrontano una situazione pericolosissima e contro un nemico terribile, avventurandosi nell'ignoto, in un territorio selvaggio e desolato.

Alle spalle si lasciano famiglie, amici e vite private, completamente ignari del destino che li attende.
Il rischio di non tornare più a casa è molto alto, e loro lo sanno. L'obiettivo della missione è quello di aiutare i combattenti ribelli autoctoni a conquistare la città di Mazar-i-Sharif e far cadere i talebani, il loro nemico comune. L'Afghanistan è uno dei territori più pericolosi del mondo, infido, montuoso e ripido, dove ci si muove solo attraverso muli o cavalli, controllato da 50000 talebani fondamentalisti, muniti di carrarmati e lanciarazzi letali. La lotta per la sopravvivenza è spietata, anche a causa della notevole differenza numerica, e c'è un unico modo per tornare a casa vivi: vincere.

I 12 soldati non sono gli unici a voler contrastare i talebani, perché anche l'Alleanza del Nord (una debole coalizione militare afgana nata nel 1996) è determinata a raggiungere lo stesso obiettivo. Ma per sancire una vera e propria alleanza è necessario guadagnarsi la fiducia del loro leader, il generale Abdul Rashid Dostum (Navid Negahban), superando le barriere linguistiche e culturali che separano i due eserciti. Così gli americani, abituati a tecnologie militari all'avanguardia, dovranno adottare le tattiche a cavallo dei soldati afgani, per loro inusuali. Nonostante tutto, tra loro nascerà un legame fortissimo basato sul rispetto reciproco, uniti contro un nemico terribile e spietato.
Published in Film
Lunedì, 25 Giugno 2018 11:13

Papillon

PRIMA VISIONE NAZIONALE
da Giovedì 28 Giugno a Martedì 3 Luglio

inizio spettacoli ore 19:30 - 22:00

Venerdì e Martedì biglietto ridotto per tutti

Basato sull'autobiografico best-seller internazionale di Henri Charrière, nonché remake del celebre film diretto nel 1973 da Franklin J. Schaffner e sceneggiato da Donald Trumbo, con protagonisti Steve McQueen e Dustin Hoffman, Papillon, diretto da Michael Noer, segue l'epica storia di Henri "Papillon" Charrière (Charlie Hunnam), uno scassinatore della malavita parigina che viene incastrato per omicidio che non ha commesso e condannato a scontare la pena nella famigerata colonia penale francese sull'Isola del Diavolo.

Determinato a riconquistare la libertà, Papillon crea un'improbabile alleanza con un altro condannato, l'eccentrico contraffattore Louis Dega (Rami Malek), che in cambio di protezione, accetta di finanziare la fuga di Papillon, creando con questo un legame di amicizia duratura.

Papillon è un film sulla "fuga di prigione" di due uomini che inizialmente creano un accordo di protezione in cambio di denaro, ma finiscono per essere attaccati insieme dal sangue, dal sudore e dalla paura dell'isolamento. Papillon non è indistruttibile: impara presto che la sua amicizia con il compagno Dega, è un motivo per rimanere in vita. Attraverso Dega, Papillon scopre che la solitudine e l'essere soli sono due entità separate e che la vera lealtà tra gli uomini non si trova nel denaro, ma nell'amore, nel rispetto e nell'onestà.
Published in Film
Martedì, 29 Maggio 2018 10:36

Loro 2

da venerdì 22 a martedì 26 giugno
(escluso lunedì per saggio di danza)

inizio spettacoli ore 19:30 - 21:30

Venerdì e martedì biglietto 4,50€ per tutti

LORO 2 è la seconda parte del nuovo film di Paolo Sorrentino con protagonista Toni Servillo nei panni di Silvio Berlusconi.

In questa seconda parte la crisi tra Silvio e Veronica (Elena Sofia Ricci) si fa ancora più profonda, e Berlusconi, rispolverando le sue vecchie ma immutate doti di straordinario venditore, le utilizza per manovre politiche che condurranno alla caduta del governo della sinistra e al suo ritorno sulla poltrona di Presidente del Consiglio. Ma la sua passione per le giovani donne, e per le "cene eleganti" lo condurranno inevitabilmente verso il baratro, rompendo l'incantesimo dell'innamoramento col quale aveva conquistato la moglie e gli italiani. E la caduta di Silvio va di pari passo con quella di un paese ridotto in macerie.

Published in Film
Mercoledì, 23 Maggio 2018 15:30

Tuo, Simon

prossimamente

Tutti meritano una grande storia d'amore. Ma nel caso del diciassettenne Simon Spier (Nick Robinson), protagonista di Tuo, Simon, il film diretto da Greg Berlanti, non è così semplice.

Il giovane ragazzo sta vivendo i duri anni del liceo e, soprattutto, non ha ancora rivelato ai suoi familiari e amici di essere gay, sopportando ogni giorno il peso di un segreto che deve custodire finché non riuscirà a dichiararlo.

Decide di esporsi solo nel mondo virtuale, iniziando a flirtare online con un compagno di classe di cui non conosce l'identità e che si nasconde sotto lo pseudonimo di "Blue".

Qualche scambio di mail si trasforma così in un vero e proprio innamoramento, dolce e passionale. Un imprevisto, però, potrebbe sconvolgere l'esistenza di Simon: un'email destinata alla sua cotta finisce accidentalmente nelle mani sbagliate e il suo segreto rischia di diventare di pubblico dominio.

Il ragazzo si ritrova così incastrato in una situazione complicata e ansiogena, che lo espone a continui rischi, soprusi, minacce e ricatti da parte dei bulli della sua classe, che lo tengono in pugno. In particolare, si accanisce su Martin (Logan Miller), il tipico teppistello che cerca di nascondere le sue insicurezze e i suoi problemi relazionali sotto la maschera dell'aggressività.

Martin ha infatti bisogno di Simon per conquistare la sua migliore amica, la bella Abby Suso (Alexandra Shipp), e le minacce del bullo si fanno sempre più intense, di pari passo con l'intensificarsi della corrispondenza tra Simon e "Blue".

Spaventato dalla situazione, che ormai gli sta sfuggendo di mano, Simon deve trovare il modo di uscire pubblicamente allo scoperto e liberarsi del suo segreto, senza però perdere i suoi amici e rovinare l'occasione di una spensierata storia d'amore con un misterioso ragazzo. Inizia così una serie di avventure rocambolesche, divertenti e sconvolgenti, ma anche commoventi e sentimentali, che porteranno Simon a maturare e fare i conti con la propria identità e con una sessualità da accettare.
Published in Film
Lunedì, 30 Aprile 2018 10:17

Escobar - Il Fascino del male

da GIOVEDI 3 a MERCOLEDI 9 MAGGIO

inizio spettacoli ore 19:15 - 21:30

venerdì e martedì biglietto 4,50 €

Escobar - Il Fascino del male, il film diretto da Fernando León de Aranoa, è basato sul best seller di Virginia Vallejo "Loving Pablo, Hating Escobar" e racconta la vita di Pablo Escobar, questa volta interpretato da Javier Bardem.

Il film prende le mosse dall'ascesa criminale di Escobar e arriva fino al 1993, anno della sua morte. Un percorso che si snoda lungo la vita privata e professionale del narcotrafficante, ripercorrendo i turbolenti anni Ottanta, il periodo del narcoterrorismo, la lotta contro la possibile estradizione negli Stati Uniti e il rapporto con la giornalista Virginia Vallejo (Penélope Cruz).

È proprio grazie al supporto della donna che Escobar diventa un personaggio pubblico, ottiene il sostegno di gran parte del popolo colombiano e decide di avviarsi alla carriera politica: vuole governare e finalmente cambiare le sorti di un Paese logorato dalla povertà.

Il film inizia proprio quando Escobar è già un affermato uomo d’affari, ma la gente comincia a rendersi conto che dietro alle sue azioni ci sono intenzioni oscure ed egoistiche, che quei suoi modi bonari celano sete di ricchezza e potere, senza scrupoli né rimorsi. Fidata amica e amante, nonché personaggio chiave del film, la Vallejo godeva di un accesso privilegiato alla mente di Escobar, alle sue idee e alle sue intenzioni più intime, al suo modo di pensare e di comportarsi. Per questo lo ha sostenuto nella sua carriera politica, chiudendo un occhio su quella criminale, finché non è più riuscita a reggere il peso delle azioni dell'uomo che amava.

Quando l'agente della DEA, l'agenzia antidroga americana, Neymar (Peter Sarsgaard) le offrirà una via di fuga, la Vallejo non potrà che accettarla, consegnandogli in cambio il racconto degli anni della relazione con Escobar e della sua vertiginosa ascesa a sovrano del "Regno della cocaina".

PANORAMICA SU ESCOBAR - IL FASCINO DEL MALE:

A persuadere il regista Fernando León de Aranoa ad accostarsi a Pablo Escobar è stato il romanzo "Loving Pablo, Hating Escobar" scritto da Virginia Vallejo, giornalista televisiva che fu amante del Patron. Lo stesso regista ha trasformato il libro in una sceneggiatura, dando il giusto peso a una donna che per Escobar fu una sorta di Pigmalione e che nel libro non solo narra uno dei decenni più cruenti della storia sudamericana, ma restituisce un ritratto intimo di un uomo che non fu sempre un mostro. E proprio questa doppia natura del personaggio, che con i più si dimostrava un tiranno ma in famiglia era affettuoso e rispettoso, ha spinto Javier Bardem a sposare il progetto sia in qualità di interprete principale che di produttore. L'attore ha guardato e riguardato una serie di filmati in cui appariva Escobar ed è arrivato a padroneggiare perfettamente l’accento colombiano. Javier ha lavorato molto anche sulla postura e la gestualità di Pablo, lasciandosi ispirare, per il modo di muoversi, dall’animale preferito del personaggio: l’ippopotamo, una creatura in apparenza tranquilla ma in realtà ferocissima. A tal proposito l'attore ha raccontato: "Nel film c’è una scena in cui rimango con gli occhi a pelo d’acqua proprio per richiamare l'atteggiamento dell'animale".

Anche la protagonista femminile Penelope Cruz si è documentata scrupolosamente in modo da somigliare il più possibile a Virginia Vallejo, che poi è la voce narrante e la coprotagonista del film, e che doveva rappresentare il lato "doloroso" della storia. Alla sua terza collaborazione davanti alla macchina da presa con il marito dopo Prosciutto prosciutto e Vicky Cristina Barcellona (la quarta è Everybody Knows di Asghar Farhadi), l'attrice è rimasta molto colpita dalla performance di Bardem, e in alcune scene si è quasi spaventata. "Devo dire" - ha raccontato - "che durante le riprese ho avuto più volte paura di Pablo Escobar, dei suoi sguardi e delle sue reazioni, e a un certo punto ho cominciato a contare i giorni che mancavano alla fine della lavorazione".
Published in Film
Martedì, 27 Marzo 2018 11:57

Il sole a mezzanotte

da GIOVEDI 5 a MERCOLEDI 11 aprile

inizio spettacoli ore 19:15 - 21:30

VENERDI BIGLIETTO 4,50
DA LUNEDI A MERCOLEDI BIGLIETTO 3€ (Festa del cinema)

Il sole a mezzanotte, il film diretto da Scott Speer, è ispirato al film giapponese Song to the Sun, (titolo originale come Taiyo no Uta) e vede protagonista la giovane Katie Price (Bella Thorne), una ragazza diciassettenne costretta a vivere fin dall'infanzia al riparo dalla luce del giorno. Affetta da una rara malattia, che rende per lei mortale anche la minima esposizione alla luce diretta del sole, la vita di Katie è sempre stata diversa da quella delle sue coetanee e i suoi contatti con il mondo esterno sono sempre stati pochissimi e difficili, essendo costretta a rimanere in casa durante il giorno fino al tramonto del sole, quando finalmente può uscire e andare alla stazione ferroviaria locale per suonare la sua chitarra davanti ai passanti. Una notte, il destino le permetterà finalmente di incontrare Charlie (Patrick Schwarzenegger), quel bambino che osservava tutti i giorni dalla finestra e che, ormai adolescente, le permetterà di conoscere l'amore in un modo del tutto speciale.
Published in Film
Lunedì, 05 Marzo 2018 12:40

Maria Maddalena

da GIOVEDI 5 a MERCOLEDI 11 APRILE

unico spettacolo ore 17:00

girato a Matera

DAL 9 AL 12 APRILE BIGLIETTO 3€
VENERDI BIGLIETTO 4,50

TRAMA MARIA MADDALENA:

Secondo film diretto da Garth Davis, Maria Maddalena è un ritratto autentico e umano di una delle più enigmatiche e incomprese figure spirituali della storia. Dopo numerosi film incentrati su Gesù di Nazareth, che relegavano Maria Maddalena a figura di contorno, questo nuovo lungometraggio a tema biblico la rende invece protagonista con il volto di Rooney Mara.

Maria Maddalena racconta la storia di una giovane donna in cerca di una nuova vita, che sia finalmente libera dalle tradizioni famigliari e dalla società fortemente gerarchica e maschilista del suo tempo. Troverà l'occasione per intraprendere un cammino di crescita grazie al neonato movimento religioso e sociale fondato dal carismatico Gesù di Nazareth (Joaquin Phoenix). In questo contesto riuscirà finalmente a trovare il proprio posto nel mondo, avviandosi a un viaggio di maturazione interiore che culminerà nella città di Gerusalemme.

PANORAMICA SU MARIA MADDALENA:

Diretto dall'australiano Garth Davis, il film Maria Maddalena vede protagonista Rooney Mara, candidata all'Oscar per Carol e diventata famosa grazie alla Lisbeth Salander di Millennium - Uomini che odiano le donne. Per l'attrice, che ha accettato immediatamente la parte, le riprese non sono state una passeggiata, perché sembravano non dover finire mai e perché molte scene si dovevano girare fra le montagne (nella nostra Basilicata), dove non c'erano bagni nelle immediate vicinanze. Eppure, fra tante asperità, è arrivata per la brunetta dagli occhi azzurri una love story con Joaquin Phoenix, che impersonava Gesù.

Alla sua seconda collaborazione con Davis (dopo Lion), la Mara ha amato molto il messaggio femminista della storia, celebrazione dell'ingegno e del coraggio delle donne. Per lei Maria Maddalena è un film più spirituale che religioso, mentre per il regista a contare è soprattutto il lato umano della vicenda. Quanto a Joaquin Phoenix, era da tempo che aspettava un ruolo così consistente e che desiderava avere un'esperienza tanto forte e totalizzante. La parte non lo ha spaventato e, nell'accostarsi al personaggio di Gesù, l'attore ha lavorato "di pancia", affidandosi molto all'istinto.

Con un cast che può contare anche su Chiwetel Ejifor (Pietro) e Tahar Rahim (Giuda), Maria Maddalena è stato girato pure a Napoli: a Castel Sant'Elmo, nella Galleria Borbonica e soprattutto a Piazza del Plebiscito, dove il colonnato della Basilica Reale Pontificia di San Francesco di Paola è stato trasformato nel tempio di Gerusalemme per una scena che ha richiesto la presenza di 400 comparse.

FOCUS SU MARIA MADDALENA:

Venerata come santa dalla Chiesa Cattolica e figura fra le più interessanti della tradizione biblica, Maria Maddalena fa la sua comparsa nel capitolo 8 del Vangelo di Luca come "una delle donne che assistevano Gesù con i loro beni" (insieme a Susanna e Giovanna). Si diceva che da lei fossero usciti sette demoni, il che significava che era stata colpita da un male fisico o morale da cui Gesù l'aveva poi liberata.

Identificata con una prostituta che nel capitolo precedente dello stesso Vangelo aveva lavato i piedi di Gesù e si era convertita, è stata spesso confusa con Maria, la sorella di Marta e Lazzaro che lavò anche lei i piedi a Gesù. Fra coloro che, secondo i vangeli canonici, accompagnarono Gesù fino al Calvario e furono testimoni della crocifissione, Maria Maddalena assistette alla morte e alla deposizione di Gesù e, "nel giorno dopo il sabato", trovò il sepolcro vuoto ed ebbe in seguito una visione del "Signore risorto".

Ritenuta da altri autrice del Vangelo di Giovanni e addirittura la sposa di Gesù, Maria Maddalena è apparsa in una lunga serie di film (fra cui Gesù di Nazareth, Jesus Christ Superstar, L'ultima tentazione di Cristo e La passione di Cristo), ritagliandosi però il ruolo della protagonista solamente nel poco conosciuto Maria Maddalena (di Raffaele Mertes e con Maria Grazia Cucinotta) e, appunto, in Maria Maddalena. In quest'ultimo il personaggio si chiama precisamente Maria di Magdala e sfida la retrograda società del tempo per unirsi a Gesù nel suo viaggio per diffondere la parola di Dio.
Published in Film
Lunedì, 08 Gennaio 2018 13:27

Wonder

da Giovedì 25 a Mercoledì 31 Gennaio 2017

inizio spettacoli ore 19:15 - 21:30
Domenica anche alle ore 17:00

martedì biglietto ridotto per tutti

L'omonimo libro bestseller di R.J. Palacio in poco tempo è diventato un caso letterario in tutto il mondo, un esempio concreto e cartaceo dell'assunto "mai giudicare un libro dalla copertina", né un bambino dal suo aspetto. L'adattamento cinematografico di Wonder vede il giovanissimo Jacob Tremblay (Room) nel ruolo del protagonista August "Auggie" Pullman, bambino affetto dalla Sindrome di Treacher Collins (malattia congenita dello sviluppo craniofacciale) in procinto di frequentare la quinta elementare in una scuola pubblica locale. Costretto precedentemente a studiare a casa a causa dei numerosi interventi chirurgici al viso, è la prima volta che August si unisce a una classe di coetanei, mangia alla mensa della scuola o parte in campeggio coi compagni. Nonostante le preoccupazioni di mamma Isabel (Julia Roberts) e papà Nate (Owen Wilson) sostiene gli sguardi curiosi e diffidenti degli studenti con fierezza e dignità, facendo il suo ingresso nella scuola pubblica come un supereroe, o piuttosto come un astronauta deciso a piantare la sua bandiera in un mondo distante e inesplorato. Mentre la famiglia, i nuovi compagni di classe e tutti quelli intorno a lui si sforzano per accettarlo, lo straordinario viaggio di Auggie li unirà tutti dimostrando che non puoi omologarti quando sei nato per distinguerti. Dopo un anno, fatto di momenti difficili, divertenti e bellissimi, Auggie e tutti quelli intorno a lui, si ritrovano cambiati dalle cose che più contano: l'amicizia, il coraggio e la scelta quotidiana di essere gentili verso chiunque incontri sul tuo cammino. La storia di un bambino di 10 anni nato con una deformazione facciale, diventa uno sguardo allargato su cosa significa essere umani.
Published in Film
Venerdì, 05 Gennaio 2018 10:36

Cinquanta sfumature di rosso

da Giovedì 8 a Mercoledi 21 FEBBRAIO 2018

inizio spettacoli ore 19:00 - 21:30
Domenica anche ore 17:00

VENERDI e MARTEDI BIGLIETTO 4,50€

Le vicende sentimentali della giovane Anastasia Steele (Dakota Johnson) e del tenebroso Christian Grey (Jamie Dornan) proseguono nel capitolo finale della loro travagliata storia, Cinquanta sfumature di rosso. Fissati alcuni limiti alla perversione sconfinata di Christian, i due amanti sembrano aver trovato la giusta armonia di coppia. L'originale proposta di matrimonio, la sontuosa cerimonia nuziale e la romantica luna di miele in Europa non fanno che accrescere l'amore e l'attrazione tra i novelli sposi. Ma la felicità ritrovata infastidisce qualcuno. Jack Hyde (Eric Johnson), ex datore di lavoro di Anastasia, licenziato a causa di un comportamento sconveniente tenuto nei confronti della ragazza, è consumato dal rancore e dal desiderio di vendetta. Così come Elena Lincoln (Kim Basinger), vecchia fiamma di Christian, intenzionata a riconquistare le attenzioni del milionario.

Segui la nostra pagina Facebook "Cinema Vittoria Diamante" e scopri la nostra esclusiva promozione "biglietto ridotto tutti i giorni"
Published in Film
Lunedì, 25 Settembre 2017 11:17

Noi siamo tutto

continua a grande richiesta

da Giovedì 5 a Mercoledì 11 Ottobre
unico spettacolo ore 21:30

MARTEDI BIGLIETTO RIDOTTO PER TUTTI

A causa di una grave malattia che non le permette di uscire fuori di casa, la protagonista di Noi siamo tutto, Maddy (Amandla Stenberg), ha raggiunto la maggiore età senza vivere nemmeno una delle piccole esperienze sperimentate dai suoi coetanei. Cresciuta in una gabbia dorata con la sola compagnia della madre e dell'infermiera Carla (Ana de la Reguera), non ha mai ricevuto il primo bacio, né visto da vicino l'oceano e la spiaggia, se non in fotografia. Le uniche avventure concesse sono contenute nella pila di volumi letti sugli scaffali, quelle future nei libri che non ha ancora sfogliato. Così si è rassegnata a condurre un'esistenza di emozioni surrogato, priva di legami affettivi e relegata tra le pareti domestiche. Il cambiamento arriva con il rombo di un camion dei traslochi che imbocca il vialetto. I Bright, trasferitisi nella casa accanto, spediscono il figlio Olly (Nick Robinson) a presentarsi secondo le regole del buon vicinato, con in mano un invitante ciambellone appena sfornato. Olly nota Maddy nonostante lei cerchi di nascondersi in camera sua, e da allora prova a comunicare con la ragazza in tutti i modi possibili, attraverso vetri, finestre, sms e bigliettini di carta. Tra i due nasce una tenera amicizia, destinata a sfociare in un legame profondo e indissolubile che non potrà essere arginato da una semplice porta chiusa a chiave.
Published in Film
Pagina 1 di 5
Web Agency Calabria

Cinema Vittoria

Piazza Dalla Chiesa, 6
Diamante (CS)
Tel +39 0985 81055

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information